Da LinuxMint a NomadBSD passando per PrimeOS e CloudReady!

Da LinuxMint a NomadBSD passando per PrimeOS e CloudReady!

Durante i lockdown ho avuto modo e tempo di poter testare tante distro linux, alla fine dopo aver installato più o meno una ventina delle più blasonate la mia scelta definitiva è ricaduta sullo stabilissimo Linux Mint che ho personalizzato all’estremo sui miei notebook creando delle piccole meravigliose macchine con un estetica all’avanguardia simil-mac ed un funzionamento veloce, preciso, capace di durare nel tempo ed utilizzabile anche dai neofiti, infatti molti sono stati gli amici ed i clienti che ho portato sul versante del pinguino e che ancora oggi hanno Linux installato sui loro portatili.

Esempio di Linux Mint con grafica simil Mac OS X Mojave

Ho inoltre testato diversi OS Android per PC, devo dire tutti alquanto instabili, il migliore è sicuramente Prime OS, per chi volesse avere un enorme smartphone con dei limiti non indifferenti, comunque, è interessante utilizzare le app per Android su PC scaricabili dal Play Store, o installando gli APK direttamente scaricabili da siti tipo apkpure.com, il tutto su un sistema nativo, non un emulatore. Lo consiglio come OS alternativo, perlomeno è da provare.

PrimeOS: Il sistema operativo che porta Android su PC

Non mi sono fermato, per via del tempo libero dato dalle due quarantene, ho continuato a testare derivati di Chrome OS, in particolare ho testato CloudReady e non ne sono rimasto soddisfatto, probabilmente perchè non è un sistema libero che si può installare ovunque come una distro linux e farci un po’ quel che ci pare ma è stato ben brandizzato da Google che vuole giustamente venderlo sulle sue macchine e quindi, pace.

CloudReady, per provare Chrome OS su qualsiasi PC

Volendo arrivare al nocciolo della questione alla fine mi sono dovuto confrontare con probabilmente il più spartano di tutti questi sistemi, BSD .. non è stato facile e devo dire che anche solo per installare FreeBSD da linea di comando mi ci è voluta una notte intera, comunque ne è valsa la pena, la cosa mi ha molto stimolato, anche perchè probabilmente questo è davvero l’OS col codice più pulito in circolazione, sicuramente è utilizzabile solo da pochi.

FreeBSD è un sistema operativo Unix derivato dalla Berkeley Software Distribution (BSD)

In aiuto a chi volesse comunque provare BSD arriva il meraviglioso Nomad BSD, un sistema che lavora perfettamente su chiavetta usb e che quasi funziona meglio cosi, perchè provandolo ad installare su disco rigido mi ha creato qualche problema, mentre da usb è davvero carino, ha già molti software essenziali installati e permette di farsi un giro, seppur limitato nel mondo BSD, per capirne un po’ l’essenza, certo solo in maniera superficiale, ma è già qualcosa.

Nomad BSD in live da usb

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: