Google favorirà i siti mobile friendly e responsive

Google ha annunciato che il 21 aprile prossimo i suoi algoritmi di ricerca verranno adattati per favorire i siti ‘mobile friendly’. Quali sono le novità?

Google favorirà i siti ottimizzati per i dispositivi mobili nella sua pagina dei risultati quando si cerca qualcosa tramite uno smartphone. È una delle modifiche più importanti applicate negli ultimi anni dall’azienda ai suoi algoritmi, cioè i sistemi che valutano i contenuti dei siti e ne decidono la gerarchia nella pagina dei risultati sulla base delle parole chiave inserite dagli utenti per cercare qualcosa. Google realizza di continuo piccole modifiche per migliorare i suoi algoritmi e di solito lo fa senza darne notizia, per evitare che i gestori dei siti se ne approfittino per fare svettare i loro contenuti a prescindere dalla loro qualità, ma considerata l’importanza della nuova modifica l’azienda statunitense aveva preavvisato i responsabili dei siti lo scorso febbraio, dando un paio di mesi per aggiornare i propri siti.

Già da qualche mese se si cercava qualcosa online tramite smartphone, Google contrassegnava alcuni risultati con un’etichetta per indicare la presenza di pagine ottimizzate per i dispositivi mobili, quindi più pratiche da navigare e da leggere su uno schermo di dimensioni ridotte. La nuova modifica fa sì che ora queste pagine compaiano ai primi posti nella pagina dei risultati su smartphone, in modo da potere accedere a siti che funzionano meglio sui dispositivi mobili e che comunque offrono contenuti pertinenti alle cose che sono state cercate.

La modifica agli algoritmi di Google interessa solo ed esclusivamente le ricerche effettuate tramite smartphone: per quelle eseguite sul browser del proprio computer non cambia nulla. Questo significa che in molti casi la pagina dei risultati per una determinata ricerca sarà diversa tra la versione per desktop e quella per mobile di Google. Il sistema, inoltre, non valuta solo i siti nella loro interezza per decidere se siano ottimizzati per dispositivi mobili o meno, ma le singole pagine: potrà quindi accadere, almeno nei primi mesi, che su mobile siano mostrati risultati verso pagine già ottimizzate per gli smartphone, ma ospitate su un sito che non ha ancora fatto tutti i compiti richiesti da Google. L’azienda ha messo a disposizione anche uno strumento per valutare la compatibilità del proprio sito

 

Pubblicato da Staff

"Siamo angeli con un'ala soltanto e possiamo volare solo restando abbracciati"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.